Psicopatologia del genitore in vacanza

Il freddoloso.

“Ma come hai caldo?!? Come è possibile? Vabbé dai, vieni qui che ti levo uno strato di pile. Ma il doppio strato di pile, il piumino d’oca e il maglione de lana te li tieni, eh, che qua in montagna basta un colpo di vento e ti pigli il raffreddore in un secondo”.

L’immortalatore.

“Guardali che teneri come giocano. Veloce, prendi la telecamera/la macchina fotografica/il telefonino/l’Aipod. Fermi così, fermi così, fermi così. Ma che fate?!? Giocate, no? Come prima! E no, kaxxarola, avevo detto fermi.”

Il sapiente.

“Ma è così che fai le torri di Lego? Ma che se sale così sulla scaletta? Ma come cavolo scendi dallo scivolo?  Dai, vié qua che te mostro io. Metti le gambe così, le braccia così, ora vai, vai, vai ho detto! VAI!”

Tunf.

“Ma che, sei caduto?!? Non ti avevo mica detto così io! Sei proprio negato.”

L’insistente.

“Dai, guarda gli altri bambini come si divertono, vai a ballare no? Ma come non ti piace?!? Dai, a tutti piace  la baby dance. Non può non piacerti. Vai, dai. Ho detto vai! Ma come non vuoi!?! Guarda la tua amichetta come balla bene, fallo anche tu, no? Ma dai cosa piangi adesso! Oddio, oddio, ma sei veramente pesante, sai?”

L’imbarazzato.

“Vieni qua, PESTE. Devi smetterla hai capito, HAI CAPITO?!? SUBITO!”

PAM (sculacciata)

“Mi fai vergognare!”

PAM (altra sculacciata)

“SEI LA VERGOGNA DI TUTTOOOO L’HOOOTEEEEL!”

Il sociale

“Ehi, bello, come va? Sì, dai, sono qua a giocare con i bambini… No, amo’, non posso sono al telefono. Sì, dicevo, tutto bene, bel tempo, sole. Me sto a curà i figli tutto il giorno… TI HO DETTO DI NO, non lo vedi il cellulare?!? Sì, so’ contento, dai, tutto il giorno con loro… EHI, TI HO GIA’ DETTO DI NO, non posso giocare adesso… Eh, perché in vacanza sei al cento per cento per loro, è giusto così… ADESSO BASTA! SIETE VERAMENTE DEI ROMPICOGLIONI!”

Annunci

10 thoughts on “Psicopatologia del genitore in vacanza

  1. io sarei un pò immortalatrice, nel senso che mi piacerebbe prendere la macchina fotografica, ma so che appena mi muovo la “scenetta” cambia e allora lascio stare… e mi godo la scena

  2. @ Susibita e Anna: l’immortalatore alberga inevitabilmente in tutti noi! è il tentativo (inutile) di fermare il tempo, di cogliere quegli istanti speciali e renderli indimenticabili… solo che appena li blocchi inevitabilmente li rovini…
    @ Close The Door: allora sei un’immortalatrice anche tu 🙂

  3. è terribile, leggendo questo e altri simili post (meravigliosi), rendersi conto di essere tra le alternative sempre la paranoica… uff… mi tocca terribilmente di catalogarmi come freddolosa… urge lavoro su me stessa.
    bentornati giulia
    ;0)

  4. Ho voluto rileggere oggi quanto riportavi sulla psicologia del genitore, anche se le vacanze son finite da un pezzo. Oggi ho portato la mia piccola all’asilo…sono 8 bimbi…quindi 8 genitori che si incontrano di volta in volta…anche stando gomito a gomito (l’asilo non è un piazzale da 5 ettari!!…l’ingresso sarà sì e no 2 metri per 2) è impossibile…i genitori non riusciranno mai a imparare le buone maniere: a chi più spinge, vuol fare arrivare il proprio bimbo prima degli altri, vuol assorbire l’attenzione della maestra per interminabili minuti, fregandosene che anche altri hanno i minuti contati per il lavoro…eppoi ce ne fosse uno, uno soltanto che si degni la mattina di dire “buongiorno” o di lasciarti aperto il cancello o la porta di ingresso anche se sei appena dietro di loro… i piccoli rimangono interdetti…forse ad andare all’asilo dovrebbero essere i loro genitori.

    e se proprio continuano a fare gli orsi: a letto senza cena!!

    ps: grazie giulia: il tuo blog è un vero sollievo psico-terpeutico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...