Maternità facoltativa e flessibile – DOVEROSA RETTIFICA

Premessa: il mio post sulla maternità flessibile a ore è in assoluto il più letto dell’intero blog.

Eppure, axxarola, ho toppato.

Scusate.

Mi son fatta infinocchiare anch’io. A conti fatti NON è possibile usare la maternità facoltativa a ore. Troppo complicato da calcolare, dicono gli addetti.

Quello che vi posso lasciare però è un facsimile di calendario presentato da un’amica che userà la facoltativa a giornate.

Eccolo qui: facsimile_calendario_INPS

Una dritta: se potete, cercare di lavorare sempre di lunedì e venerdì. Infatti prendendo un lunedì o un venerdì di facoltativa vengono conteggiati anche il sabato e la domenica e di fatto si perdono 3 giornate invece di una sola.

Mi dispiace se con il mio post ho illuso qualcuno, ma magari è servito per smuovere un po’ le coscienze.

Infatti una facoltativa a ore servirebbe.

Eccome se servirebbe.

Annunci

2 thoughts on “Maternità facoltativa e flessibile – DOVEROSA RETTIFICA

  1. quanto vorrei che fossi titolare di un azienda e avessi tre maternità allo stesso tempo e tutte ti chiedessero la facoltativa come l’hai descritta tu adesso!!!
    infatti una facoltativa a ore servirebbe…..eccome se servirebbe…per mandare ancora piu in M***A il sistema!!!
    Per fortuna ogni tanto la legge non è di parte!!
    Tanti auguri.
    Massi

    • Massi, ti rispondo con un ritardo cosmico, scusami tanto. Il fatto di dare più flessibilità alle mamme, non manderebbe affatto le aziende o il sistema in merda, come dici tu. Anzi. Ti faccio riflettere su questo. Il nostro sistema permette di stare a casa con la maternità facoltativa pagata al 30% di stipendio circa, a seconda dei CCL. Se questa maternità fosse usufriuibile in maniera veramente flessibile, molte più mamme potrebbero rientrare al lavoro prima, anziché starsene a casa fino ai 10-11 mesi del bimbo. Non pensi che avere un dipendente almeno part-time sia molto meglio che non averlo affatto? E’ vero che questo crea degli scompensi organizzativi non da poco all’interno di un’azienda magari piccola, che conta solo su pochi dipendenti. Ma sono convinta che in molti casi si tratta di ripensare le mansioni, di valutare non solo la disponibilità di tempo ma anche la qualità effettiva del lavoro svolto. Ci sono persone che con un part-time rendono il doppio di un dipendente che sta nove ore in ufficio a scaldare la sedia o a girare su FB, non credi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...