Due anni orsono

A pensarci fa un po’ impressione.

Quando la Bubi aveva gli stessi mesi del Bubino sono rimasta incinta di nuovo. E siccome l’abbiamo cercato e voluto, verrebbe da dire che un tantinello incoscienti lo siamo stati.

E’ stata dura non lo nego. Anzi, è ancora dura per tanti aspetti. La vita privata che non esiste. I tempi di coppia praticamente azzerati. Il vedere un film svaccati sul divano che diventa un lontanissimo miraggio. Un cinemino poi non ne parliamo. Una specie di chimera.

Però.

Quando si intrattengono da soli mentre guido. Lei che gli fa le facce buffe e lui che si scompiscia dalle risate. Lei che fa i versi degli animali e lui che risponde a tono. Lei che canta e lui che balla a ritmo muovendo il culetto nel seggiolino e agitando le mani.

Quando il Bubino si sveglia piangendo nel suo lettino e la Bubi accorre ancora prima di noi e gli sussurra: “Non ti preoccupare, Bubino, la mamma e il papà arrivano subito”.

Quando torniamo da scuola. E il Bubino le butta le braccia al collo. E tutti e due si stringono in un abbraccio portentoso che li fa il più delle volte ruzzolare per terra ridendo.

Quando siamo con altri bambini e magari uno di loro distrattamente strattona il Bubino. E la Bubi con occhi di ghiaccio, incurante delle dimensioni del soggetto, gli sibila: “Non toccare mio fratello, hai capito?!?”.

Quando mi preparo al primo della lunga serie di “vai a lavarti le mani che è pronto”. E poi li scopro insieme in bagno. Lei che si lava le mani da sola. Lui che la osserva. “Vedi come si fa, Bubino?”

Quando si ritrovano insieme nel lettone. Un lettone che poco prima dell’alba diventa puntualmente a quattro piazze. E il Bubino che si butta addosso alla Bubi. E la Bubi che nel dormiveglia se lo stringe vicino e dice “Vuoi le coccole, Bubino?”. E gli accarezza la testina. Dolcemente.

Che dire.

Son soddisfazioni.

Per il cinemino ci sarà tempo.

Annunci

13 thoughts on “Due anni orsono

  1. Checcazzarola Giulia!!!
    Una sta qui a farsi le pippe e poi arrivi tu e racconti ste cose, e poi le legge anche Papone e poi mi dice “vedi???” e io che non ci voglio neanche pensare ma poi ti leggo e mi fai pensare.
    Però questa cosa devo dirtela: i bubini sono una vera meraviglia, ma davvero.
    E semmai ne avrò il fegato li voglio proprio così, tra di loro.
    Senza saperlo tra l’altro ieri ho scritto un post e neanche ti avevo ancora letta =)…
    Lo posso mandare un bacino a quei due splendidi topini?

    Susibita

    • @ Madamadoré: fantastiche anche le tue allora! ma concorderai con me che non è tutta farina del LORO sacco, onore anche al merito NOSTRO
      @ Geng: certo che anche il cinemino… giusto ogni tanto… 😉
      @ Susi: il tuo bacio è arrivato, eh? era un po’ sporco di cioccolato, ma quanto hai magnato ‘sta pasqua? pensaci, Susi, pensaci… rimando al tuo blog una risposta più dettagliata
      @ Anna: e poi puntualmente coinvolgono anche te e ti ritrovi a ridere come una scema e non sai assolutamente perché, anzi lo sai, perché hai dei figli meravigliosi e la tua vita potrebbe finire con questa risata e sarebbe stata comunque una splendida vita

      • Giù, il giorno del mio matrimonio, 2 anni fa esatti, mi hai rivelato di essere incinta del secondo e,… ricordi,… mi hai detto che desideravi per loro che andassero d’accordo come me e Diego. Bhè, mi sembra che il tuo desiderio si stia avverando, e il merito, ne sono convinta, è tutto di mamma e papà! Penso che l’insegnamento dell’unità e dell’amore famigliare siano il dono più grande che si possa fare ai propri figli. Siete bravissimi. Molti baci ai pasticcini 😉

      • Grazie, Ile, mi hai fatto venire in mente tantissimi pensieri, compresi i ricordi del tuo bellissimo matrimonio 🙂
        La strada è ancora lunga. Quando li potrò vedere tra 20-30 anni, uniti e sereni come te e tuo fratello, allora l’obiettivo sarà raggiunto. Ma è un gioco sottile e difficile, fatto giorno per giorno. Sgridando la Bubi quando tratta male suo fratello. E il Bubino quando tratta male sua sorella. Cercando le parole giuste ogni volta. Perché possano capire senza sentirsi ingiustamente offesi o maltrattati. Non è per niente facile. Certo che dipende tutto da noi genitori. Di questo sono arci-sicura.

  2. Ciao Giulia,
    avevo dato un’occhiata veloce al tuo blog qualche giorno fa, dopo il tuo commento, ma poi blogspot s’era mangiato tutto e non sapevo come ritrovarti.
    oggi per magia i commenti sono riapparsi, e così eccomi…
    leggo questo e penso che ha ragione Susibita..uno sta a farsi tante pippe mentali e poi.. che cosa c’è di più bello di quello che hai scritto??!!
    detto ciò comunque.. ehm.. non sono pronta..e mica per il cinemino.. 😉
    a presto
    e.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...