Bimbe

Leggetelo. La Rebubblica: Ruby piange davanti ai PM

Leggetelo tutto e ditemi che effetto vi fa.

E’ da quando è cominciata questa storia che ho come un uovo sodo in gola ogni volta che me ne parlano. Non voglio aggiungere commenti più o meno banali ai tanti che sono già stati detti e scritti.

Vi dico solo questo.

Che ci sono bimbe e bimbe.

Ci sono bimbe violate, abusate, sfruttate. Bimbe le cui opportunità di riscatto sono state puntualmente soffocate da uomini con secondi fini. Bimbe disperate. Bimbe senza via d’uscita.

E ci sono altre bimbe. Quelle che coscientemente e scientificamente scalano le vette del mondo televisivo e politico, ormai orrendamente mescolati tra di loro, prendendo l’entrata laterale. Quelle che si ricoprono di Luissuittón e di Prada, disprezzando le poverine che non potrebbero permetterseli neanche in anni di lavoro. Quelle che sono convinte di sedere sulla loro fortuna (qui cito il famigerato Ostellino). Quelle che “sanno come va il mondo”.

Ecco. Sono tutte bimbe.

Ma la differenza c’è eccome.

Annunci

13 thoughts on “Bimbe

      • non mi fa alcuna pena, anche perchè penso che non sia vera nemmeno la metà delle cose che dice.
        E comunque c’è modo e modo per reagire ai colpi della vita.
        Il suo non è un modo che combacia con i miei.

      • Marta,
        ammettiamo che potrebbe anche raccontare balle. Ammettiamolo.
        Ammettiamo che ci sono modi diversi di reagire alle sfighe della vita. E che non tutte le quattordicenni bastonate dal padre e scappate di casa finiscono a fare le escort di lusso.
        In ogni caso a me fa pena.
        Perché a quattordici anni gli incontri che fai pesano. E lei a quanto pare non ha trovato nessuno che le abbia indicato una vita d’uscita dignitosa.
        Nemmeno il vecchio porco miliardario, che tutto poteva, nemmeno lui le ha prospettato la scuola o il lavoro. Lui no che non mi fa pena.
        Ma lei sì. Anche quando corre in tenuta leopardata da una festa all’altra, attesa come una rock star. Togli tutto e cosa resta. Una bambina. Sola.

      • ho capito il tuo discorso, Giulia…
        però dobbiamo anche tener presente che il carattere (e quindi le scelte di vita) di una persona sono influenzate solo per il 30% dall’ambiente che ci circonda…. son d’accordo sul fatto che si tratti di una bambina sola, però ha deciso di essere anche altro. e spero per lei che non se ne penta mai.

      • Trenta per cento? Ma se i più accesi sostenitori dell’indole parlano del 95%?
        In ogni caso io sono prima di tutto una mamma. E giudico Karima come se fossi sua madre.
        Per questo spero tanto che se ne penta. Prima possibile.

      • parlo di ambiente e non di indole.
        non faccio il discorso dal punto di vista di madre perchè non saprei proprio da che parte inziare…ci sono condizioni di partenza lontane anni luce da quelle che ha mia figlia. La guardo solo come donna. E non riesco proprio a giustificarla…

        ti ringrazio per le risposte che, anche se siamo su due posizioni diverse, mi dai!

  1. Schifo, orrore, rabbia. E anche un po’ di vergogna perché troppe volte, sempre, alla vista di ragazzine che si prostituiscono ai lati della strada ho tirato dritto, indifferente.
    E pensare che mi piace quella citazione di Gramsci: “Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti.

  2. Marta, se non ci fosse la domanda non ci sarebbe l’offerta: io colpirei la causa e punirei severissimamente la domanda degli “utilizzatori finali”. E sono un uomo, per quanto sessantottino, ma tu sei donna, perbacco. Non ti senti solidale con i milioni di donne-vittime?

    • c’è una sottile differenza tra le donne che sono costrette a prostituirsi (le considero “vittime”) e quelle che lo fanno per comprarsi abiti firmati e girare in “certi” ambienti. ecco, queste utime non mi fanno pena per niente, anzi mi fanno schifo. è pieno di ragazze che per campare fanno lavori modesti ma dignitosi…poteva percorrere questa strada anche lei. ovvio che se non si ha morale e rispetto per se stesse, la strada più comoda è la preferita! peccato che a fare la differenza tra una donna ed un’altra sono proprio le scelte!

  3. Io penso che ci siano bimbe e bimbe.
    Che alcune siano un po’ meno “bimbe” di altre, forse questo sì.
    Se non credo nell’indulgenza perchè la trovo poco educativa, credo però nel valore della pietà, dell’empatia umana.
    Credo che anche le bimbe meno bimbe la meritino.
    Perchè comunque pagheranno gli errori più stupidi e quelli più grandi, mentre altri non pagheranno nè gli uni nè gli altri e questo è molto ingiusto.
    Io sono un po’ lacerata.
    Forse dovrei avre pietà e provare empatia anche per un povero vecchio che ha sbagliato tutto, troppo. E che adesso è solo, col suo vile stuolo di cortigiani, cortigiane e lacchè.
    Forse.
    Ma forse no.
    Non so.
    Ma forse no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...