Natale bubino

Della serie, pessima questa, mamma Giulia.

Erano un po’ di giorni che usavo questa sconsigliatissima strategia del ricatto per farmi ascoltare dalla Bubi.

Esempio.

Ore 22.00 (mentre era da più di 40 minuti che scalciava nel letto).

“Guarda che se non fai le nanne subito, Babbo Natale non ti porta i regali” (mi odio quando mi escono queste cose, visto che le ho sempre odiate io da bambina. Ma che volete, la stanchezza fa brutti scherzi).

La Bubi mi guarda con gli occhioni sbarrati.

“E sai cosa ti porta al posto dei regali?”

“Cosa, mamma?”

“Il carbone”

La Bubi, visibilmente colpita: “A Amel gli porta il carbone, a me no però, adesso fasso la brava” (ndr: Amel è un compagno di classe della Bubi, personificazione di tutte le malefatte che un bambino possa compiere nella vita).

Insomma, sì, ho usato quest’arma.

Ma che non funzioni affatto me l’ha dimostrato proprio la Bubi la mattina di Natale.

Dopo aver scartato euforica  i suoi pacchetti e quelli del Bubino, ha sentenziato convinta: “Visto? anche se facciamo gli sciocchini, Babbo Natale ce li porta lo stesso i regali!”

Annunci

2 thoughts on “Natale bubino

  1. Perfida Bubi, mi sa che t’ha fregata…evvabbhè, dai, tanto capita a tutte mi sa…senti ma la nostra ricettina?
    Nono mi vorrai mica lasciare così a bocca a sciutta, eh??
    Un bacione e buon anno!!

    Susibita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...